“Se vieni promossa papà ti compra il Kalashnikov che ti piace tanto”

Ogni tanto salta fuori una polemica su un qualche sceneggiato od opera artistica perché offende la morale di qualcuno e farebbe parte di qualche cospirazione atta a plagiare culturalmente le menti, e insomma, signora mia, non sta bene che i nostri figli siano esposti a queste cose.
Mentre la gente si indigna perché il Dr. Who diverrà per la prima volta legittimamente donna o Marilyn Manson torna in concerto in Italia, io vado a ripensare a un titolo drammatico giapponese intitolato Gunslinger Girl, pubblicato come fumetto nel 2002 e poi divenuto serie animata nel 2003, che fa sembrare le canzoni di Manson adatte a un matrimonio e le polemiche sui videogiochi violenti ragazzate.

Ricordo che all’epoca fece scalpore (leggasi: volevano proibirlo) soprattutto in America perché il massacro della Columbine High School era avvenuto pochissimi anni prima e l’11 settembre era fresco fresco. Non fece tanto rumore in Italia però, anche se è ambientato da noi.

Gunslinger Girl parte da una premessa fantascientifica che è forse una delle più coraggiose di sempre: il governo italiano è talmente cazzuto da essere capace di organizzare un’agenzia segreta che costruisce cyborg per combattere il terrorismo. Si tratta di una premessa incredibile, che mette a dura prova la sospensione dell’incredulità, ma nella storia regge.
I cattivi della situazione sono rappresentati dal cosiddetto Movimento delle Cinque Repubbliche, che è praticamente la Lega Nord in versione terrorista, come se fosse stata fondata da Osama Bin Laden invece che da Umberto Bossi, facendo attentati tequila bum bum lungo tutta la penisola. Oggi, o al tempo delle Brigate Rosse (che sono pure citate) probabilmente da noi l’idea farebbe discutere di più.
L’ambientazione è un po’ da cartolina, ma ci si sposta per tutta Italia con una trama coinvolgente e di grande pathos, compare persino Berlusconi (!) anche se non viene menzionato per nome.
Dicevamo, per combattere la minaccia terrorista il governo italiano ha istituito l’Ente Pubblico per il Benessere Sociale, il cui scopo ufficiale è di prestare assistenza ai disabili. In realtà sotto copertura seleziona candidati ideali da potenziare con innesti cibernetici e poi sottoporre a un processo di condizionamento (lavaggio del cervello tramite uso pesante di farmaci e altre tecniche invasive) per farli diventare killer efficienti e spietati.
E per farlo sono necessarie ragazzine delle scuole medie da “riconvertire” e a cui fare impugnare armi vere.

Risultati immagini per angelica claes

Le ragazzine perdono la memoria per via del condizionamento e accorciano la loro vita a ogni “riparazione” o “manutenzione”, ma non sono semplici mezzi robot. Formano un legame speciale con gli agenti che si occupano di loro e che vengono chiamati “Fratelli”, arrivando praticamente ad innamorarsene platonicamente, al punto da mandare al diavolo missioni che coinvolgono la vita di numerosi civili se è per proteggere il loro Fratello. E i Fratelli si legano a loro; o meglio non sempre: ci sono quelli che le considerano solo strumenti, da sottoporre a condizionamento completo e sostituire quando non più utilizzabili, e quelli che cercano di mantenere in loro un briciolo di umanità e le portano a vedere le stelle con un telescopio.
La principale protagonista, Enrichetta/Henrietta, è stata stuprata tutta la notte accanto al cadavere dei genitori prima di venire “reclutata”. Entra in scena nel primo capitolo spaccando il cranio con la sua custodia per violini a un terrorista che stava minacciando il suo Fratello sotto copertura. Anche se dovevano indagare senza dare nell’occhio, Enrichetta va fuori controllo ed estrae una mitragliatrice P90 con cui fa fuori tutta la cellula muovendosi meglio di una SWAT e più ferocemente di una SS. Erano a Napoli alla ricerca di un informatore albanese che gli era sfuggito in Calabria.

Risultati immagini per henrietta gunslinger girl

La cecchina del gruppo, Rico, aveva una malattia rara che le impediva di muoversi e così assiste nascosta e immobile da lontano.

Immagine correlata

Doriella/Triela è stata rapita dalla mafia, portata ad Amsterdam nei quartieri che potete immaginare, drogata e costretta a subire sevizie molto spinte e violente per un filmino di pedopornotortura, così ora si occupa di “sfondamento” e combattimento corpo a corpo nelle operazioni. A volte mi sembra che ci sia stato un po’ di sadismo nel decidere le biografie dei personaggi da parte dell’autore.

Risultati immagini per triela gunslinger girl

Angelica era stata investita dal padre in bancarotta che aveva stipulato una polizza sulla vita su di lei, è stata la prima a subire il condizionamento e quindi quella più “logora”. Claes (in alto a sinistra) non può combattere e viene usata come cavia per nuovi esperimenti bionici.

Risultati immagini per angelica claes

Così le bambine hanno un corpo meccanico, ma dentro batte ancora il cuore fragile di una giovane fanciulla. E un momento il loro sguardo è freddo e impassibile mentre riversano tonnellate di piombo su un sospettato, un momento dopo prendono il tè assieme, mangiano un gelato a Piazza di Spagna o parlano dei doni ricevuti dai loro Fratelli.
Il fumetto venne edito in Italia da ShinVision, che pubblicò un volume, ci mise anni a pubblicare il secondo e poi fallì. d/Visual ne acquistò poco prima la licenza e annunciò la ripubblicazione dell’opera trollando ShinVision. Ahinoi non è riuscita a completare la pubblicazione di tutti i volumi.
Il cartone è composto da due serie. La prima, di soli 13 episodi, è un capolavoro struggente e drammatico, con una delle colonne sonore più azzeccate di sempre per un anime. La seconda, intitolata “Il teatrino”, è mediocre, diluita, annacquata, resa innocua, senza la medesima tensione psicologica di fondo e senza la stessa atmosfera da tragedia personale.
La storia è puramente fittizia, e si avverte che l’Italia è rappresentata idealmente da chi la vede da lontano, ma alcuni dettagli e riferimenti sparsi qua e là sono inquietantemente vicini al mondo reale. Se vi chiedete perché tra le grandi nazioni europee solo l’Italia sembra non essere bersaglio di attentati, è grazie ai metodi poco ortodossi dell’Agenzia e di queste bambine armate fino ai denti, il cui destino biologico è già segnato al momento della riconversione.

Risultati immagini per gunslinger girl

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...