Il nero pertugio

Ci sono diecimila motivi per cui si potrebbe criticare Interstellar: dai dialoghi semplicistici alla sceneggiatura a tratti forzata e illogica, passando per i comportamenti stupidi dei personaggi. E certo il riassunto “alternativo” su Bagniproeliator fa sganasciare dalle risate proprio perché mette in mostra sarcasticamente alcune pretenziositàdel copione.

Ma criticarlo perché in alcuni casi si concede qualche licenza artistica a fronte del rigore scientifico non ha senso. Non sono questi gli elementi che costituiscono il nocciolo di ciò che Nolan voleva realizzare, esprimere e comunicare con il film.

E’ irrilevante, e probabilmente non importava neanche a Nolan (che seduto ad un tavolo con Kip Thorne per trovare un compromesso fra plausibilità scientifica ed esigenze di comprensione/narrativa si è praticamente messo a dire “mboh vabbuò fai un po’ te però io voglio fare questa cosa comunque”), che la luce sui pianeti giunga da non si sa bene dove, o che forse non è così sicuro che in un buco nero supermassiccio rotante si possa evitare la marea gravitazionale e quindi la proverbiale spaghettificazione.

Ed è inutile lamentarsi del fatto che ci si immagini un tesseratto dentro al buco nero da cui comunicare tramite gravità con altre persone in altri periodi temporali. Altrimenti, dovremmo criticare Ritorno al Futuro perché, ammesso che il viaggio nel tempo esista, tralascia che il pianeta si sposta nello spazio col tempo; o criticare Star Trek perché non dovrebbe esserci la gravità terrestre a bordo dell’Enterprise. Ma vorrebbe dire non avere capito nulla né dei contenuti né del perché sono stati espressi.

Interstellar non è un documentario sulla fisica dei buchi neri, sulla relatività o sui whormholes.

E’ la storia dell’amore di un padre per la propria figlia.

Storia che può anche essere trita per alcuni, o al contrario strappalacrime per altri, per carità; ma non sono gli iceberg volanti o la relatività temporale inesatta sul primo pianeta il punto. Né questi ultimi sono funzionali a ciò che Nolan voleva esprimere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...