La bufala della dieta vegana che “cura” l’omosessualità

Sta girando questa notizia, che viene ripresa soprattutto per essere criticata con feroce indignazione.

Vorrei porre l’attenzione su alcune cose:

– il sito (su un non certo professionale dominio come Altervista) è aperto da poco e ha pochissimi visitatori, già questo fa capire che non è una testata giornalistica vera;
– l’articolo è molto enfatico nel darsi l’aria del bacchettone nazivegan che considera gli omosessuali come dei “deviati” da curare, sembra quasi fatto apposta;
– comunque, il fattore IIa ha a che fare con i meccanismi di coagulazione del sangue, non c’entra una mazza con cromosomi o sviluppo fetale;
– la fonte non rimanda ad alcuna ricerca, ma solo alla pagina della Oxford University, bel tentativo;
– le altre notizie sono cose molto grosse e politically uncorrect, tipo “scoperto il vero cadavere di Hitler quello del bunker era un impostore” oppure “ritrova feto umano nel minestrone”, troppo incredibili;
– queste ultime non hanno nemmeno le fonti;
– le foto sono tutte messe a caso e non c’entrano nulla (addirittura una proviene dal blog di una mia professoressa dell’Aquila, un’altra rappresenta Gerhard Opfer, professore di algebra ad Amburgo);
– l’articolo sul feto nel minestrone è troncato e comunque Zocca è in provincia di Modena;
– la chiesa dell’articolo su Hitler è in una comunità di nome “comunità ecclesiale”, la Pomerania in tedesco non si dice Pommerland ma Pommern, mi pare surreale usare delle “ruspe volanti”, impossibile fare analisi comparative fra scansioni a raggi X di un cranio e foto storiche, Till Krüspe ha il nome composto da due membri dei Rammstein (Richard Krüspe e Till Lindemann), Wolfgang Munster è un nome tipo Mario Rossi per i tedeschi e non esistono organizzazioni di nome Opfer (che significa “vittima”);
– se non sbaglio la tripidosi (il nome della corrispondente) è una infestazione da insetti parassiti ma non vorrei sbagliarmi.

In poche parole oltre ad essere un fake palese, penso proprio sia una burla stile Lercio.

Però viene condiviso lo stesso da gente che poi ne approfitta per lanciare invettive contro i vegani, che in realtà non c’entrano niente trattandosi di una bufala.

Non escluderei anche un pizzico di malizia nel voler mettere in cattiva luce i vegani (d’altronde vedo in giro attacchi verso di loro), comportamento che invito a NON tenere: perché se un vegano dovesse dirti che l’uomo è fruttariano e il pH dello stomaco è 6 sarebbe giusto fargli notare che “proferisce corbellerie”, ma attribuirgli falsità è calunnia, è intellettualmente disonesto e soprattutto offre argomentazioni per apparire come quelli nel torto.

Ed è molto, molto scorretto ora approfittare di questa notizia per dare addosso alla comunità vegana, considerando che i vegani non sono solo quei vegan warriors che danno degli assassini ai ricercatori o a chi si gusta un panino al prosciutto. Anche se lo fossero, inventarsi notizie per dargli addosso è scendere al medesimo livello oltre che disonestà intellettuale pura.

Si sono fatti paragoni con la propaganda nazista, beh essa ripescò proprio che gli ebrei bevessero sangue di bambini e simili.

Per fare un altro esempio, supponiamo di prendere una delle tante notizie fake che parlano di extracomunitari che hanno commesso un omicidio e poi sono stati messi ai domiciliari in un albergo con sussidio economico. Vengono palesemente messe in giro apposta da particolari aree di estermismo politico per suscitare le indignazioni dei boccaloni comuni, che condividono dando addosso agli extracomunitari in generale.
Voi come giudichereste uno che condividirebbe una notizia del genere accompagnandola di insulti verso gli extracomunitari in toto, solo perché alcuni di essi hanno compiuto crimini? Vi sembrerebbe sensato e intelligente da parte sua?
Ecco.

Inoltre per dire, se fossi un vegan warrior potrei benissimo condividere questa notizia fra tutte le comunità vegane (dai pacifici mangiatori di vegetali agli attivisti estremisti di ALF) per dire “vedete? si inventano le notizie per screditarci, non hanno altri mezzi a cui attaccarsi, sono solo bugiardi, disinformatori e per di più ignoranti, sono LORO AD AVERE TORTO e ci stanno ingiustamente perseguitando”. E si otterrebbe l’effetto opposto di rafforzarne lo zelo e di spingere i moderati verso gli estremismi.
D’altronde non furono le accuse di empietà, cannibalismo e malefatte varie ad impedire ai cristiani di diffondersi nonostante ai pagani stessero sulle scatole.

Quindi un po’ di onestà intellettuale ed evitiamo di comportarci proprio nel modo che critichiamo, sfruttando l’occasione per fare di tutta l’erba un fascio riguardo una categoria di persone.

Annunci

2 pensieri su “La bufala della dieta vegana che “cura” l’omosessualità

  1. Il debunking delle idiozie propagandate dai vegani riguardo l’alimentanzione è un dovere, ma non si deve MAI dimenticare l’onestà intellettuale e scadere in schifezze del genere!
    Chi attacca i vegani sfruttado questa “notizia” falsa non è migliore dei vegan warrior.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...