Voi avete ucciso Mauro Terranova, non noi

Pare che la madre di un malato grave di nome Mauro Terranova, da quel che ho letto, abbia tentato il suicidio in seguito alla comunicazione del ministro Lorenzin che la “cura” del metodo Stamina non sarebbe stata più finanziata.
Immediatamente è trasecolata l’indignazione della ggente che ha rivolto insulti su insulti alla Lorenzin, all’ordine dei medici e ai ricercatori, accompagnandoli dalla accusa di avere ucciso Mauro e sua madre.
Sui social networks fioccano gli auguri di ricevere le stesse malattie neurodegenerative (anche “in nome di dio”, bella morale quella dei presunti cristiani), su Twitter è partita pure una serie di hashtags per dare dell’assassina alla Lorenzin. Il più gettonato è “anch’io sono Mauro, ora uccidi anche me!”.

Ora io non mi dilungherò sul perché Stamina è sostanzialmente una truffa e Vannoni un povero diavolo che, anche se non avesse voluto intenzionalmente lucrare sulle malattie rare, ha comunque compiuto una serie di scorrettezze lunghissime e illuso soltanto i malati.
Ci ha già pensato MedBunker a denunciare la questione, riassumerla e scriverci su tanti articoli (uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci). Leggeteli – anche se so che non lo farete. Quel che il dottor Salvo Di Grazia ha riportato è stato mille volte più utile e benefico per i malati di sla di qualsiasi orda di commenti arrabbiati su Internet. Senza dimenticare gli interventi di menti come Paolo Bianco.
Oppure ritrovate i commenti di Nature o del mondo accademico italiano, europeo e internazionale, sempre ammesso siate disposti a mettere in dubbio le vostre solide certezze piuttosto che arroccarvi sul dogma che Vannoni ha “ottenuto risultati” e il mondo medico lo boicotta.

Alcuni degli offesi sono intelligenti e hanno buon senso, ci si è potuto dialogare civilmente e farli riflettere.
Altri semplicemente ignoravano la faccenda se non per i dettagli faziosi e distorti propinati loro dai media polemisti, sbagliano in buona fede nel lamentare questa decisione e sono perdonabili.
Ma alcuni sono degli indignati doc Duri & Puri, sempre contro tutto e sempre pronti a urlare odio, rancore e auguri di morte fra atroci sofferenze.

Quello che voglio semplicemente dire è che non è stata la Lorenzin a, metaforicamente, “uccidere” la madre di Terranova e il ragazzo stesso.
Tralasciando che nessuno vi proibisce di andare comunque dalla fondazione, semplicemente non avrà i finanziamenti pubblici per continuare a fare palliativi misteriosi.

A “ucciderlo” è stato Vannoni, con le sue mirabolanti dichiarazioni seguite da voltafaccia, bugie, ritrattazioni e giochini retorici. Spergiurando di poter guarire presto da molte gravi malattie – salvo poi fare marcia indietro. Illudendo gente malata che le proprie sofferenze sarebbero finite.

È stato il castello invisibile della fondazione Stamina, con le sue illusioni e le proprie irregolarità. Un progetto filantropico e benefattore, alla modica cifra di 3 milioni di € di finanziamenti statali, ma che volete che sia, almeno si infonde speranza nei malati facendoli stare meglio. Lo fanno anche maghi, santini religiosi e impositori delle mani, però, l’effetto clinico è lo stesso e hanno parcelle minori.

Sono stati i giornalisti a caccia di scoop che hanno montato ad arte il caso, facendo soprattutto un lavoro molto disonesto nel tagliuzzare i commenti del mondo della scienza e nel presentare Vannoni & Andolina come martiri, ovviamente perché voi, anche se magari in buona fede, non volete fare informazione ma far passare un messaggio, fare propaganda.

E siete stati tutti voi che in nome di Vannoni vi siete arrabbiati, avete protestato, avete insultato, avete condiviso e vi siete vergognati di essere italiani, sperando che malattie neurodegenerative fulminanti colpissero la ministra, i medici, i ricercatori e chi è contro Stamina.
Perché avete fatto da enorme cassa di risonanza ad una “teoria” inesistente di un imbonitore, contribuendo a traviare la mente di gente disperata con corbellerie, false speranze e menzogne pure.

Perché avete dato il viva voce all’ignoranza.
Lo ammettete voi stessi, quando dite “se è veramente un truffatore, perché non lo radiano dall’ordine?”, per poi cascare dalle nuvole sapendo che non è nemmeno un medico – altrimenti avrebbe fatto giustamente la fine di Hamer e Simoncini. O quando, dopo aver lamentato che ha “ottenuto risultati” mentre Telethon non ha prodotto nulla, messi di fronte alle evidenze del contrario, vi rimangiate tutto e giocate la carta del “beh ma l’alternativa è morire almeno vediamo cosa succede è pur sempre una speranza”.
Oppure quando vi inventate che “la Lorenzin ha proibito la ricerca sulle staminali, che fanno in tutto il mondo”, senza poi neanche sapere cosa sono le staminali, cos’è e come funziona la ricerca sulle stesse e cosa effettivamente fanno all’estero.
Sapete solo condividere, uniformarvi al coro, mettere likes. Sempre condendo tutto di insulti, accuse infamanti, auguri di pronta malattia se non morte a nomi e cognomi.
Invocando la libertà di ricercare, di sperimentare, di fare scienza e di informare.
Ma sbagliate: siete voi i primi che NON si informano, che nemmeno ascoltano la scienza, che ignorano cosa c’è stato dietro tutta la vicenda, cosa si fa con le staminali ma soprattutto cosa accade veramente dietro le quinte.

Se volete potete inventarvi quanti ne volete di complotti, di teorie secondo cui noi creiamo le malattie in laboratorio, ma poi qualcuno potrebbe accusarvi ugualmente di qualcosa solo per speculazione e non lamentatevi poi delle calunnie.

Alla fine vi appigliate alla coscienza e all’etica, termini che utilizzate a sproposito: no, non ho parenti in stato terminale – e anche se li avessi non potrei dare credito a fattucchiere con i talismani guaritori e contestare con minacce e auguri di morte chi dice che sono truffe, solo perché l’amulato alla fine “è pur sempre una speranza”.
Ma ci sono associazioni di genitori di malati che sono apertamente contro Stamina. “Mostri senza cuore” o “pagati bene” anche loro? Volete fare come Vannoni che li ha accusati di volere la morte dei loro figli?

La verità è che ad aver “ucciso” Mauro Terranova e madre sono stati Stamina e il tam-tam mediatico che vi si è creato attorno; e ad essere colpevoli siete stati anche voi.

E ad ogni assalto isterico di complottisti che augurano la morte in nome di dio o della giustizia a chi ha osato dire che forse-forse Vannoni non è questo miracolo improvviso che sembrava, sono loro quelli che veramente fanno vergognare di essere italiani.

Forse come al solito accadrà che Vannoni scapperà all’estero come molti altri prima di lui, venderà a caro prezzo le proprie cure a genitori disperati pronti a tutto e il caso verrà martirizzato nei forum alternativi. Ma se accadrà qualche fatto come per Clara o Aysha (che voi sostenitori della medicina alternativa NON volete riconoscere), direte che sono pur sempre malattie molto gravi senza certezze o che le precedenti cure avevano fatto troppi danni, o ricorderete i miliardi di morti della medicina “ufficiale” fraintendendo completamente il problema.

Allora fate come volete, come già detto nessuno vi arresterà se deciderete di andare fino in fondo comunque, siate liberi di andare da qualunque guaritore, lamentatevi di dover andare all’estero (in fondo anche per ricevere la benedizione di Lourdes dovete pellegrinare), insultate, fate proclamazioni infamanti, augurate di nuovo a tutti la distrofia muscolare o di rimanere paralitici.

Ma ricordatevi che siete TUTTI colpevoli. Anche voi.

Lo siete quando smettete di dare l’insulina a vostra figlia diabetica per affidarvi alle vitamine di una naturopata per via delle dicerie sul Dogma Standard del Complotto Biomedico.
Lo siete quando riempite la testa di povere anime di stupidaggini che le portano a non vaccinare i figli e vederli morire o mutilare da gravi patologie come la poliomielite.
E lo siete quando indite crociate veementi in difesa dei santoni e dei venditori di talismani di turno, augurando morti agonizzanti a chi non li appoggia, perché “è pur sempre una speranza, che ne sai tu di cosa provano quelle famiglie, ti devono pagare bene, guarda che ha guarito persone”.

Perché poi madri disperate credono alle vostre crociate e tentano il suicidio, mentre figli sfortunati devono subire ulteriori sofferenze e non possono neanche confidare nei risultati di chi sta lavorando davvero per loro perché li inondate di accuse e complotti.

Buona serata, buone condivisioni e buono sciame di commenti indignatissimi e pieni di insulti sui social networks.
Se notate sopra il tasto “OGM? Sì, grazie” ricordatevi di sussurrare anche che creo veleni per Monsanto.

Annunci

2 pensieri su “Voi avete ucciso Mauro Terranova, non noi

  1. Quelli senza etica non sono coloro che smontano le boiate di vannoni per lavoro, sono lo stesso vannoni (che ha lucrato sulla disperazione altrui) e sono i giornalisti scandalisti de “Le Iene” che hanno montato il caso in modo da suscitare pietà e aumentare gli ascolti.
    Come al solito, tutto questo disastro è solo una questione di soldi.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...