La Corea del Nord fa la bulla?

La Corea del Nord si sveglia con la Luna storta e inizia a sbraitare di lanciare un attacco nucleare verso gli Stati Uniti. L’ennesima minaccia da parte di quello che non è uno stato canaglia, è uno stato fesso, solo che stavolta fa paura che si manifesti l’intenzione all’uso atomico.

Non credo però ci sia da temere in maniera assoluta la catastrofe mondiale: sia perché quei pochi missili capaci di raggiungere l’America si sono rivelati spesso inaffidabili nei test, e quindi suonano minacciosi quanto un maciste ubriaco che minaccia di suonarvi di botte nonostante barcolli in ogni direzione, sia perché tutto questo preavviso può consentire agli statunitensi di approntare le sue difese per tempo (a Guam stanno già schierando i loro missili). Inoltre l’esercito nord-coreano è numeroso, ma tecnologicamente arretrato rispetto a quello sudista (nonostante l’importazione di armi d’origine ex-sovietica), soprattutto considerando che Stati Uniti e NATO appoggiano il governo del Sud e quindi si schiererebbero in sua difesa.

Quest’ultimo fatto ci rammenta anche una cosa: la Corea del Nord è sola. Dopo il crollo dell’Unione Sovietica, persino la Cina ha abbandonato il regime nord-coreano, che considera un po’ come il fratellino scemo che fa fare figure di merda con le ragazze e gli amici: le sparate di questa nazione ignorante ed invasata nuociono solamente agli interessi cinesi, in ambito politico (con le sue rivendicazioni territoriali, lo status internazionale, le ingerenze estere nelle questioni interne) e, anche di conseguenza, economico (investimenti in e dall’Occidente).

https://i2.wp.com/sphotos-a.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-prn1/12356_524899047547250_181744073_n.jpg

Difatti, anche l’ultima dichiarazione d’intenti di Kim Jong-un ha fatto spazientire Pechino, che si presume potrebbe lavarsene le mani e girarsi dall’altra parte se il fratellino scemo dovesse realmente decidere di menar le mani con gli altri ragazzi del cortile, come nel 1950.

Probabilmente questa alzata di cresta è stata un’azione di propaganda fatta da Kim Jong-un per puntellare la stabilità interna: mostrarsi aggressivi e baldanzosi giova sia all’immagine del regime nei confronti del popolo (che si crede guidato da un leader forte, carismatico e che si fa rispettare), sia a quella di lui stesso nei confronti dell’esercito e del ministero, data la sua giovane età e il prestigio ancora da conquistare.

Rimane comunque una dittatura abbastanza sbrocchista, ignorante e paranoica, quindi non c’è mai da abbassare la guardia e forse politiche da appeasement andrebbero evitate con certa gente.

Faccio notare infine che i complottisti e gli alienati sociali di questo paese hanno avuto la delirante idea di apprezzare e sostenere l’ipotesi di un attacco nucleare agli Stati Uniti. Qui un esempio di come certa gente si merita del suo status di emarginati.

Annunci

Un pensiero su “La Corea del Nord fa la bulla?

  1. Pingback: Si vis pacem… | haven for us

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...