Divertitevi ad Halloween e non rompete i coglioni con discorsi religiosi/moralisti/politici/propagandistici

Lo so, il video degli Helloween ad Halloween è banalissimo, ma visto che ribadire ciò e distinguersi dai conformisti che li citano fa “alternativo”, per distinguermi dalla massa di alternativi tutti uguali e prevedibili mi omologo ai tradizionalisti, così cito gli Helloween. Semplice, no?

Ma a parte questo, negli ultimi giorni, oltre alle fighe di Berlusconi, l’altro argomento che ha animato le lingue di chi farebbe meglio a star zitto è il tema Halloween, festa pagana-commerciale-consumistica-anglosassone-americana-cisoppiantanoletradizioni-sbroc e cazzate varie.

Ora, tralasciando il fatto che se non fosse per la parte “commerciale” al giorno d’oggi nemmeno le cristianissime feste di Natale e Pasqua otterrebbero tanto successo tranne forse che fra i bacchettoni, i religiosi, quelli che “perché sì” e i giovani dell’azione cattolica, fra tutti i discorsi il più assurdo che ho trovato è stato questo, condito ovviamente dalla solita propaganda anti-americana (perché alla fine l’importante è parlar male degli Stati Uniti).

Ecco le argomentazioni del tapino e le mie risposte a riguardo:

Per questo odo la maggior parte degli inglesi/americani. Ho detto la maggior parte non tutti : moltissimi inglesi/americani sono stati dei geni;)
Chiedo scusa in anticipo a tutti quanti, ma alcune cose non le riesco a sopprimere.

1)La lingua,
Premettendo che come lingua in se l’inglese mi piace, ma perché propri quella? Perché hanno insediato molte colonie? Allora contando che ne hanno insediato molte anche gli spanioli, portogallesi e francesi, perchè non vengono considerate quelle?  se si parla d’estensione dell’impero, perchè non prendere la rusia, la cina? Oppure creare una lingua a parte, semplice e comprensibile a tuti? Mah…

Perché il mondo anglo-sassone è attualmente quello più influente politicamente, socio-culturalmente ed economicamente  (ridurre il tutto alle sole colonie è un po’ ignorante). Per nostra fortuna non lo è diventato il tedesco, altrimenti adesso non ci rimarrebbero neanche gli occhi per piangere.

Mi sembra in fondo una cosa normale che accade fin dall’alba dei tempi.
Prima era proprio la Francia e difatti nei rapporti esteri si usava solitamente il francese, che ancora oggi è comunque usato in molti paesi extra-europei (nel medioevo la “lingua franca” era il latino, nel periodo antico era il greco). Chissà, se Napoleone avesse vinto, forse ora le cose sarebbero diverse.
E magari un giorno qualche altra lingua in qualche modo prenderà il sopravvento, anche se con la globalizzazione, la diffusione capillare, l’abitudine e quant’altro almeno per un po’ di secoli la vedo difficile a meno di chissà quali catastrofi.

La Spagna ha avuto predominio coloniale solo in una determinata parte del mondo, tralasciando il fatto che comunque è una lingua parlata in molti paesi e normalmente insegnata in occidente per chi vuole.
Il portoghese è ancora più limitato come diffusione.

La russia la sua lingua l’ha imposta eccome nei paesi che aveva sottomesso durante il periodo zarista e quello sovietico, e non in maniera morbida.
Il cinese mandarino nella vasta area dell’impero cinese prima e della repubblica popolare ora predomina sui molti altri ceppi presenti in quei luoghi. Il cinese con noi occidentali non c’entra nulla e giustamente non lo parliamo, ma molti uomini d’affari occidentali che vogliono stringere accordi con i cinesi casualmente si fanno aiutare da interpreti cinesi quando non imparano essi stessi la lingua. Così come molti uomini d’affari cinesi se vogliono trattare con l’occidente per convenienza imparano l’inglese perché è parlata da moltissime persone (USA & UK + Commonwealth) ed è già insegnato in tanti altri paesi europei.

La lingua a parte è stata già creata, anzi, ne sono state create di più, la più famosa risale all’800 e si chiama Esperanto, ma visto che la gente già parlava una lingua straniera, era molto più comodo proseguire nell’insegnamento della stessa piuttosto che dire a tutti di impararne da capo una creata da zero a tavolino (fatto che non esclude che comunque si possa rispolverare l’idea in futuro). Senza contare comunque che nessuna di queste lingue avrebbe realmente rappresentato tutti gli idiomi anche solo di un continente e che sarebbe stata molto ostica per molte nazionalità.
Altre informazioni se ti possono interessare sono qua: http://it.wikipedia.org/wiki/Lingua_ausiliaria_internazionale

2)I film: in molti film americani di tipo azione (spiderman, superman, e altri del genere) c’entra solo l’america. Gli alieni vogliuono invadere la terra, e per forza devono combattere SOLO contro l’America, dove ci sono i buoni. In 2011, un’altro fatto: cade l’italia, la francia, il bracile, il giapone, il cile, l’egitto e tutti gli altri paesi del mondo. Non fa niente, una cosa cosi. Cade la california. Caos e catastrofe, infatti la california è molto più importante di altri 94 paesi i cui sono nate le prime citta e hanno inventato la scrittura e la ruota.Poi gli attori. Se gli atri paesi hanno un minimo d’importanza, è solo perchè ospitano i cattivi, che hanno sempre una faccia da imbecilli totali.

Sarà forse perché vengono prodotti e girati in America?
Ti sei mai chiesto perché la maggior parte dei film italiani è ambientata in Italia e perché la maggior parte dei cartoni giapponesi è ambientata in Giappone*?

Ma poi che razza di argomentazione sarebbe questa? Guarda, hai fatto una serie di affermazioni totalmente senza senso che si commentano da sole.

Niccolò Carli, te le ricordi?

Poi non si capisce che c’entra 2012 e cosa dovrebbe significare nel film: a parte che non è vero che altrove non succede niente (si vede il Vaticano che crolla, lo tsunami che sommerge l’India, il mega-terremoto che spiana tutto il Giappone… mah), se i protagonisti si trovano in California mi sembra lampante che verrà mostrato principalmente come il cataclisma distrugge la California, non certo li si abbandonerà per aprire delle lunghe digressioni su cosa accade in Francia o Argentina. E se vuoi ti cito tutta una fila di film d’oltre oceano in cui i cattivi sono americani o in cui i buoni non lo sono.

*: faccio notare poi che molti fan di anime e manga tendono a vedere come giusto e sacrosanto l’appassionarsi delle tradizioni nipponiche, se non il voler sposarne alcune, però poi si lamentano che certi elementi culturali degli Stati Uniti e dell’Occidente in genere si insinuano in altri paesi. Non è un po’ ipocrita?

3)La storia
Gli inglesi conquistarono l’America strappandola agli Indini, massacrando gli inoccenti. Poteva pure passare. Ma poi hanno inizaito a dire che erano GLI INDIANI ad averli attaccato, mentre in realtà gli avevano accolto a braccia aperte, e solo quando gli inglesi hanno iniziato a sparare fucilate, si sono difesi.

Dal mio punto di vista l’azione “massacrare innocenti” è peggio di “girare la frittata” eh…

In ogni caso i coloni dei secoli scorsi sono, se ci pensi su, fattori a sè stanti il cui giudizio non deve interferire con quello di persone attuali che magari non c’entrano nulla con loro, così come il primo tedesco che incrocio per strada non lo rimprovero per Hitler e il primo spagnolo che mi passa accanto non lo biasimo certo per lo sterminio degli indios (però per Alonso sì ).
Se non fosse così non ci sarebbero stati nel frattempo la rivoluzione francese, la dichiarazione dei diritti dell’uomo, l’abolizionismo, la lotta al razzismo; gli schiavi neri continuerebbero a salpare dalla Guinea/Costa d’Avorio/Mozambico diretti verso il Brasile o il Texas, ci sarebbe ancora la servitù della gleba e in Scandinavia l’assistenza sociale si praticherebbe tramite faida e guidrigildo.

Comunque i nativi americani non accolsero sempre a braccia aperte i coloni inglesi e francesi, così come non tutti voi in fondo accogliereste a braccia aperte uno sconosciuto che si mette a bivaccare nel vostro giardino.

4) L’influenza.
Come detto prima, dato che In america festeggiano il Rigraziamento, dovremo festeggiarlo anche noi. E perché lo dovremo fare? Abbiamo le nostre culture, le nostre tradizioni, perché dobbiamo abbandonarle? Per assomigliare a un paese che riteniamo superiore, ma è uguale al nostro?

*Massacrato da 1.000.000.000 persone*

Infatti nessuno ti/vi costringe a festeggiare una qualsiasi festa, nessuno ha mai detto che devi rinunciare alle tue radici e nessuno tantomeno ha mai avanzato l’idea di far festeggiare normalmente il giorno del ringraziamento anche qua.
Il paragone con il giorno del ringraziamento comunque non regge perché quel giorno fa riferimento ad un tipico fatto della storia e del folklore statunitensi (quindi non può in alcun modo avere a che fare con gli europei), mentre Halloween era in principio una festa celtica dai connotati mistici che poi si è trapiantata nel mondo romano, è stata “convertita” dal mondo cristiano in qualcos’altro e poi è riemersa nel mondo anglosassone da cui per osmosi si è diffusa altrove.

Detto questo, da un punto di vista religioso-spirituale concordo con chi ritiene che un italiano cattolico non ha molti legami con questa ricorrenza, ma dato che a me del punto di vista religioso-spirituale frega ‘na ceppa se c’è occasione di divertirsi e far festa non ho nulla in contrario, di certo non mi sentirò più pagano il 31 ottobre così come quando mangio l’uovo di Pasqua non mi sento più cristiano, e per questo non ho nulla da ridire verso chi lo festeggia.

E gli Stati Uniti e il Regno Unito non ci hanno imposto nessuna festa, si facevano da loro e venivano menzionate nei loro prodotti di intrattenimento culturale (d’altronde è una loro festa, perché non dovrebbero citarla in un libro/film/fumetto anglosassone?), noi le abbiamo viste e le abbiamo introdotte perché ci sembravano fighe, stop.

Stasera, ragazzi, andate e divertitevi. Fate festa e non preoccupatevi.

Inoltre nei prossimi giorni seguite Rockline che ci sono novità succose in arrivo.

 

Annunci

2 pensieri su “Divertitevi ad Halloween e non rompete i coglioni con discorsi religiosi/moralisti/politici/propagandistici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...