La Spagna: trionfi e singhiozzi

Eh.

La squadra che più di tutte non volevo vincesse il mondiale alla fine ha vinto.

E’ riuscita a far fronte al Panzer tedesco pressandolo a dovere e mantenendo la partita in stallo fino al goal, poi ha sopravanzato un’Olanda sprecona e ormai stanca nei supplementari.

Certo comunque che la finale è stata bruttina (ma tutto il mondiale è stato il più brutto complessivamente che abbia mai visto), gioco smorto e fin troppo falloso, poca tensione rispetto al 2006, nei tempi regolamentari forse meritavano un po’ di più gli arancioni mentre nei supplementari ha meritato chiaramente la Spagna. Da prendere a calci il tipo espulso degli olandesi per quanto era falloso e quell’altro che ha fatto il calcio volante al petto di uno, da prendere ancora più a calci lo spagnolo che nell’ultimo minuto ha finto un malore da barella e poi si è rialzato come se nulla fosse appena la sua squadra ha ripreso palla.

Molto più bella la finalina per il terzo posto, con una Germania buona vincente su di una Uruguay che se fosse riuscita ad arrivare in finale, per come pressa gli avversari, forse avrebbe vinto con la Spagna (che entra in crisi quando non le si concedono spazi e non la si fa giocare) segnando tutti quei goal che si è mangiato Robben.

Vabbè, mi consolo col fatto che alla fine non è che l’Olanda l’avrebbe meritato molto di più, d’altronde come già detto per me questa Olanda è inferiore a tutte quelle storiche (di Crujiff, di Van Basten, di Bergkamp, persino quella di Van Nistelrooy) e fin dall’inizio del torneo ha alternato ottime giocate a brutte prestazioni, e col fatto che tanto prima o poi gli spagnoli l’avrebbero dovuto vincere quindi tanto vale togliere subito il dente. Il loro cammino è stato più difficile del previsto, non sono stati prolifici nelle realizzazioni e hanno faticato con squadre inferiori (a volte rischiando di perdere), incontrando poi una formazione di livello solo in semifinale, ma alla fine la loro qualità in campo ha fatto la differenza e si sono conquistati la stella (per certi aspetti mi ricordano un po’ l’Italia nel 2006 in effetti). Congratulazioni agli spagnoli quindi, e speriamo che al prossimo mondiale escano fuori subito!

Se ce l’ho tanto con loro cmq è perché sono sempre stati i primi e più odiosi nel criticarci, offenderci e quant’altro nel calcio, rosicando a non finire e dandoci continuamente dei perdenti catenacciari male del calcio (i fattacci di Barcellona, con gli schiamazzi dei tifosi sotto l’albergo dell’Inter e l’annaffiatoio in campo per evitare i festeggiamenti, sono stati solo gli ultimi gesti antipatici di una lunga serie). Non c’è occasione calcistica in cui non arriva uno spagnolo a ficcare il becco, che si tratti di quotidiani, tifosi, dirigenti o anche calciatori, e spesso siamo noi i bersagli di frecciate spesso odiosissime; quindi concedetemi di NON tifare assolutamente per loro, soprattutto a livello di club. Spero che ora si calmino un po’, anche se di sicuro dovremo sorbirci quattro anni in cui si considereranno gli déi del calcio.

Per quanto riguarda la F1, riassumiamo il fattaccio di Alonso: lui ha superato Kubica tagliando la chicane. Da regolamento doveva restituire la posizione, ma Kubica s’è ritirato, quindi in teoria tutti si concluderebbe con uno “sticazzi”, però il drive through l’ha preso lo stesso e per questo i ferraristi gridano al complotto.

Vorrei però precisare alcune cose:

– Charlie Doppia Vu dice di aver avvisato tre volte la Ferrari di cedere la posizione nei dieci/quindici giri (non ricordo quanti) prima del ritiro e di aver ricevuto solo picche in risposta, se è vero la Ferrari a partire da Domenicali per finire con l’ultimo ultrà da bar deve tacere e basta.

– ancora una volta la comunicazione della penalità è arrivata molto in ritardo, per questo ancora una volta i responsabili sono i commissari gonzi e senza palle. Poi c’è stata la safety car, ma questo non lo si poteva prevedere. Io in definitiva avrei immediatamente comunicato che la Ferrari n. 8 era sotto investigazione invece di aspettare un’eternità, così se Alonso avesse restituito la posizione bene, altrimenti subito il drive through, invece di aspettare che si ritirasse.

– in ogni caso il regolamento è ipocrita e ammazza spettacolo, il duello fra l’asturiano e il polacco non è stato scorretto o pericoloso, però i piloti li si vuole ridurre a marionette che non devono sgarrare di una virgola altrimenti pene severissime. E meno male che i capoccioni della F1 si lamentano che bisogna riportare lo spettacolo…

– se ci sono “parzialità” a mio avviso non sono pro-Hamilton (altrimenti vedremmo porcate combinate ai danni di Button o delle Red Bull) nè anti-Ferrari (perché F1 e Ferrari hanno bisogno l’uno dell’altro, la F1 per il giro di ritorno economico con gli sponsor, gli spettatori e quant’altro… non possono assolutamente fare di tutto per nullificarli, tant’è che in passato addirittura a volte presero scelte controverse a loro favore), al massimo sono anti-Alonso, che è sia lo “spifferiamo tutto se ci fa comodo” della spy-story del 2007 che colui che trasse vantaggio dal discusso crash-gate (e quindi in teoria dovrebbe essere inviso ai fantomatici “vertici inglesi” del circus), e che comunque già nel 2006, quando era alla Renault, ricevette dei bastoni fra le ruote (squalifica ingiustissima a Monza, la storia del Mass Dumper su cui era progettata la Renault ecc.)… poi in teoria l’attuale presidente della FIA è Jean Todt, uno che NON ha per niente a simpatia Alonso da anni e che ha stretti legami con la Ferrari. Quindi, se volete vederci per forza il complotto, vedetelo ai danni di Alonso, senza tirare in ballo questioni nazionalistiche o favoritismi.

– comunque sia Alonso ha sbagliato ancora una volta la partenza e ha combinato un macello con Massa, quindi al di là di presunti favoritismi o meno, l’intera scuderia è in un momento di confusione, con i piloti che commettono errori e il team che combina macelli nello sviluppo. Invece di cercare un capro espiatorio su cui addossare le colpe per giustificare gli insuccessi, qualche uomo cattivo gnè gnè che se non ci fosse stravinceremmo tutto, i vari Domenicali/Colajanni/Baldisserri dovrebbero più che altro mettersi a lavorare sodo, come avrebbe fatto la squadra di Todt, Brawn e Byrne.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...