Riparte il mondiale

Ed è subito doppietta di una ritrovata Ferrari, con Culonso che vince con forza ed è subito idolo dei ferraristi (e pensare che qualche anno fa si insultavano a vicenda) e Massa che già comincia a scalcitare per la scomodità del compagno. Questa volta la GES non può esser criticata per la scelta, Fernando può veramente essere l’uomo giusto per costruire un nuovo ciclo vincente (avversari permettendo).

Le McLaren sembrano essere leggermente indietro, ma vista la natura del circuito sfavorevole alla monoposto e il fatto che siamo solo al primo gran premio aspetterei ancora, Hamilton può benissimo dire la sua per il mondiale, d’altronde basta fare un confronto fra le seconde guide, Button come ci si aspettava le ha prese ma era appena davanti a Webber, che da Vettel le avrebbe prese ancora di più.

La delusione è proprio per il povero Vettel, che poteva vincere autorevolmente ma poi gli si è rotto uno scarico (unico sussulto in un gran premio tutto sommato molto noioso), il che mi ha fatto rammentare di quando nel 2005 era rikkio a rompere qualcosa con tutta gioia di Nando che ne approfittava. Spero per il tedesco che la stagione si riveli diversa, ma Newey ha progettato una monoposto con più cura per l’aerodinamica che per l’affidabilità e potrebbe volerci un po’ di tempo per recuperare il ritardo accumulato nei test di sviluppo.

Attendo con trepidazione di vedere questo benedetto mondiale a tre fra Alonso, Hamilton e Vettel (con Massa eventuale quarto incomodo, che potrebbe però calpestare i piedi al proprio compagno se non verrà messo in riga dalla squadra). Ci fosse anche il Raikkonen dei bei tempi…

Le Mercedes sono più buone del previsto, sicuramente quarta forza del mondiale, se poi qualcuno lì davanti dovesse peggiorare nei prossimi gran premi chissà che non facciano un pensierino al terzo posto in classifica. Rosberg molto veloce e con un compagno come Schumacher non può che migliorare ulteriormente, attendiamo la sua prima vittoria (magari a Singapore dove è sempre andato forte). Per quanto riguarda Schumacher, con i riflessi di un 41enne, con la forma che si ha dopo tre anni senza F1, con avversari molto più agguerriti di un Mascellone Culotardo, con poco tempo per effettuare test, con un circuito da due minuti dove si rischia di prendere un bel distacco ad ogni giro… devo dire che la sua prestazione per il primo gran premio in grigio è stata molto buona. Certo, i detrattori diranno che le ha prese da Rosberghino, ma mi chiedo cosa si aspettassero con queste condizioni, che volasse in cima come quando era al top della forma e con tutta l’ambizione di un giovane pilota Benetton voglioso di titolo o di un bicampione che vuole riportare l’iride a Maranello? Non vedo l’ora di vedere un gp bagnato.

Le Renault-ape Maya fanno schifo grosso modo quanto l’anno scorso, Kubica ottiene  prestazioni decenti come faceva l’anno scorso Nando, Petrov invece più indietro ma è molto più promettente di Piquet.

In fondo classifica, i morti viventi: l’Hispania ex-Campos fa tempi da Gp2, con il povero Bruno Senna malinconicamente ritirato dopo aver annaspato in ultima posizione; la Virgin è alquanto sgasata; e la Lotus è davvero il proseguio della storica scuderia la cui avventura si è conclusa nel 1994, difatti le prestazioni sono mediocri come in quel periodo finale (almeno ci sono margini di miglioramento più grandi che negli altri nuovi team e con un esperto come Trulli lo sviluppo sarà più facile che per loro).

Ah, la Hot Dog F1 non era presente, non aveva finito la vettura così ha rimandato tutto al 2011. Ne voleva approfittare la Morte Nera GP di Darth Stefanovich (con Nakajima e forse uno fra Ralf Schumacher e Villeneuve) sfruttando i telai progettati dall’ex-Toyota, ma la FIA non ha dato il permesso. Che smacco.

In questo campionato “nostalgia” con tanti revival, sembra che si sia riproposta anche la situazione di inizio anni ’90 con decine di team minori che puntualmente facevano da chicane mobili (al punto da obbligare alle pre-qualifiche). Per fortuna che USF1 e Stefan non sono in griglia, altrimenti sai che casino… ma vabbè, diamo qualche gp di tempo ai team nuovi di macinare km, sono sorti quasi dal nulla e non hanno avuto tempo di fare test, è scontato che facciano tanto schifo.

Comunque, con Sky che ha rotto il contratto per trasmettere la F1 all’improvviso, è un’agonia sorbirsi di nuovo il premiato duo Mazzoni & Capelli, che non s’è pure risparmiato nelle canoniche macumbe: a farne le spese questa volta è stato il povero Nico Hulkenberg, esordiente in Williams, che è uscito di pista subito dopo esser stato elogiato da Mazzoni che ha fatto presente la sua proficua carriera nelle formule minori e il suo promettente futuro. E poi Mazzoni come al solito è di parte (evviva evviva la Ferrari quant’è bella la Ferrari e che schifo lo Schucchione traditor) e spara cazzate (certo, come no, la Ferrari è 100% made in Italy mentre solo la Mercedes è assemblata con componenti di mezzo mondo, ci crediamo tutti…). Ha pure esultato un giro prima del termine, ma vabbè, una volta ha pure scambiato il giro d’onore di Montoya per un ritiro credendo mancasse ancora un giro – senza contare tutte le volte che confonde i piloti e le vetture…

Inoltre la nuova grafica FIA è quasi illeggibile (e fa troppo motomondiale), rivoglio le proiezioni del tempo con i quadratrini gialli.

Ci vediamo a Melbourne, sperando in Webber.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...