Malmstowned (cit.)

La mia concezione sulla musica è particolare, per sintetizzare notevolmente il tutto per me uno che si è sbattuto vent’anni per imparare a suonare la chitarra e poi alla fine diventa uno che suona 3000 note al secondo e basta non dimostra nulla se non di avere dei bei muscoli sulle ditina.

Uno che invece mette due note in croce ma lo fa inventando qualcosa di nuovo ed esprimendo idee può dimostrare di avere creatività, intuizioni, classe, verve, stile. Perché il punto non è avere dei bicipiti robusti, delle falangi veloci, un polso agile. Chissenefrega se hai prestanza fisica con cui puoi suonare scale assurde. Il punto è l’avere cervello.

E se tu lo usi solo per comporre strumentali ultra-pompose, sbrodolatissime, magari neanche poi avendo alla fine tutta quella tecnica millantata (che poi “avere tecnica” significa avere uno stile proprio, non il raggiungere velocità assurde), è ancora peggio.

Il tutto si potrebbe ricondurre alla solita, vecchia e insulsa diatriba fra operai e intellettuali, con chi va matto per i virtuosisti ultra-accademici che non dicono nulla, e chi va matto con musica tipo “eh quella robba lì ma come l’è noiosa che palle” che però ha in sè creatività, originalità, innovazione.

L’arte è saper creare, non saper eseguire. Ideatori, non digitatori a mach 3.

Tutto questo per iniziare a parlare di Yngwie J. Malmsteen, uno dei più grandi coglioni che la musica rock abbia mai conosciuto. Un guitar hero che ha fatto un album d’esordio carino, anche se abbastanza ripetitivo e ampolloso (e con tutto quel che aveva da dire già espresso nella prima canzone e solo fino a metà, poi è già riciclo della stessa solfa). Poi uno uguale, più monotono, noioso, prevedibile, auto-indulgente. E un altro uguale ancora. E così via. Nel frattempo si è montato la testa e si è messo a inserire barocchismi e virtuosismi “neo-classici” sempre più, convinto di poter emulare i compositori di musica classica del passato e di diventare il Paganini della chitarra. Contemporaneamente una serie di dichiarazioni sopra le righe (molte però fake, va riconosciuto) gli hanno conferito l’aria del montato.

Poi ci sono i suoi fan talebani che sono convinti che sia un grande artista, parafrasando Obi Wan Kenobi mi chiedo chi sia il più imbecille, l’imbecille o chi segue l’imbecille.

Chi lo sa, magari non tutti sono capaci di saper riprodurre le sue stesse esecuzioni, ma che ce ne dovrebbe sbattere? Chissenefrega di avere i suoi stessi muscoli delle ditina sciolti per suonare veloce come lui, molto meglio avere i neuroni capaci di inventare e ideare, chessò, quelli dei Velvet Underground, che già negli anni ’60 rivoluzionarono il rock e gettarono i semi per 39824784372897432987  band. Malmsteen sarebbe capace di creare qualcosa di simile?

Che poi c’è anche gente più veloce, precisa e mostruosa nei virtuosismi, quindi in quel campo non è neanche il migliore come molti credono che lui sia.

Il buon vecchio StepTb che ogni tanto menziono e che qui a lato ha il suo blog linkato ha nel frattempo segnalato un grande utente, che, commentando una recensione su quella discarica di cani e porci che è Debaser, s’è messo a criticare Ingvi, smontandolo abbastanza.

Ora che vi ho tediato abbastanza, per rimediare imito un po’ mister doppia I e vi linko qualche bella signorina, in questo caso Marilyn Chambers, che pare fosse una significativa e sardonica pornostar negli anni ’70. La scelta è stata effettuata in base al fatto che recentemente è morta over-cinquantenne e c’hanno rotto un po’ le palle in ogni dove sommergendo chiunque con la notizia, quindi è “sulla cresta dell’onda”, come si suol dire, e c’è la possibilità che qualcuno capiti per caso qui cercando lei:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...